Consorzio Forestale Alta Val di Susa
Home -> Il Consorzio -> Il Territorio -> Interventi Forestali


Il Territorio - Interventi Forestali
Presentazione | Interventi Forestali | Interventi Lotti Boschivi | Interventi Selviculturali
Interventi Forestali
La gestione forestale delle proprietà Comunali avviene attraverso la redazione ed attuazione dei piani di Assestamento delle singole proprietà a partire dal 1953.
Per alcuni Comuni sono state redatte le linee di indirizzo della pianificazione forestale, ( per alcuni Comuni ha raggiunto la terza revisione) che possono essere cosí sintetizzate:
- Ricerca della massima naturalità per composizione e struttura dei popolamenti forestali, privilegiando quindi la presenza di specie forestali in sintonia con la stazione e la formazione di strutture miste e disetanee
- Favorire la rinnovazione naturale
- Perseguimento della massima stabilità dei popolamenti forestali intesa come capacità di resistenza ad influssi esogeni finalizzata all'adempimento ininterrotto di tutte le sue funzioni attese
- Riduzione dei conflitti che i diversi fruitori del territorio possono generare all'interno dei soprassuoli forestali.

Rispetto ai primi piani di assestamento, basati unicamente sull'analisi dei popolamenti ai fini di un' ottimizzazione della produzione di legname e sul mantenimento della funzione protettiva, all'interno delle recenti revisioni è stata posta maggiore importanza alla possibilità di risolvere i conflitti che si vengono a creare tra le molteplici esigenze che la società rivolge nei confronti del territorio.

Nel caso dei comuni interessati dal turismo invernale concentrato attorno alle stazioni di risalita, si sono affrontati alcuni temi di assoluta importanza quali la gestione delle piste da discesa ormai abbandonate e l'impatto delle nuove infrastrutture.

L'aumento della diversità all'interno delle zoocenosi (incremento della presenza di ungulati selvatici e di predatori), contemporanea alla diminuzione generale della pressione del pascolo di animali domestici, ha aumentato la complessità del processo decisionale che viene attivato all'interno della pianificazione forestale.

La ricerca della massima stabilitáà e della massima naturalità dei popolamenti forestali sono quindi obbiettivi assestamentali che assumono una primaria importanza tenuto conto dell'aumento del grado di fruizione dei popolamenti forestali.